Blog: http://sharonlapaz.ilcannocchiale.it

Alla ricerca del pane perduto

                     
                 Daffo & Daffo (Reuters Teheran). Quello di sinistra è tra i principali sospettati nella vicenda

Vi giro l'accorato appello rivolto allo CPISI (Comitato Provinciale Italiane Semi-zitelle in Israele) riunito in seduta d'emergenza dalla compagna Gianny, la quale, insieme alla compagna persiana Daffo, sta vivendo ore di vera e propria angoscia.

"Ragazze vi scrivo perché vorrei trovare insieme a voi la soluzione a un vero e proprio mistero.
Ieri sera prima di andare a dormire, Dafna (Ovvero Daffo) ha tirato fuori dal congelatore due misere fette di pane. Prima di andare a letto io sono passata in cucina per mangiarmi una carota e ho visto questo triste pane sul mobile di destra vicino al forno (avete presente vero??). Il pane era sopra a un piatto coperto da una bustina trasparente, quelle di plastica che non si aprono mai...vedo questo pane ed ho anche pensato...il pane sul davanzale, (ma allora era sul davanzale o sulla mensola vicino al forno? Un po' di coerenza) fuori dal frigorifero...finestra della cucina aperta con il tris (n.d.t: tapparella, o persiana in onore di Daffo) aperto, (cioè non tutto aperto ma avete presente il tris della nostra cucina vero? Quello a sbarre solo che le sbarre erano aperte). Mi dico tra me me: "domani sarà un sercio (sorcio? richiesta traduzione) sto pane...però decido ugualmente di lasciarlo lì. Ho pensato, conoscendo Dafna..."avrà pensato a tutto quindi meglio non mettersi in mezzo"...chi se fa i cazzi sua campa cent'anni, si dice a Roma.

Vado a dormire. Stamattina alle 5 e 50 minuti ero in piedi. Vado in cucinaper farmi un bel caffè, e per caso l'occhio mi cade sul piatto di pane della sera prima e indovinate un po'...?
 
IL PANE ERA SPARITO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
Penso subito che magari Dafna, la saggia Dafna, lo avesse in mezzo alla notte messo in frigo per la ragione che vi dicevo prima, anche se quando la sera prima avevo visto il pane, Dafna già dormiva da un pezzo.
 
Apro il frigorifero ugualmente ma niente...il pane non c'è...
 
Si sveglia Dafna e, preoccupatissima, le chiedo dove stesse il pane che aveva tirato fuori la sera e lei logicamente mi dice che il pane stava su un piatto coperto da una bustina di plastica sulla credenza della cucina...  
A quel punto ho dovuto rivelare a Dafna la cruda verità...
 
"DAFNA...IL PANE E' SPARITO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!"
 
Dafna incredula più di me, entra in cucina, guarda il piatto vuoto, mi chiede se forse in mezzo alla notte, in un raptus di fame improvvisa, non mi fossi per caso mangiata quel misero pane...magari senza neanche rendermene conto...ma io no, io non sono sonnambula e poi quando mangio me lo ricordo e come...io non l'ho mangiato e Dafna neanche. Ma allora?
 
CHE FINE HA FATTO IL PANE??
 
Abbiamo pensato a tante cose ma prima vogliamo sentire voi...aiutateci!"

Saremo grate a chiunque vorrà aiutarci a fare luce su questo mistero.
In cambio promettiamo un soggiorno a Mashad (Persia) con l'autorevole visita guidata di Daffo.

Pubblicato il 1/10/2007 alle 14.8 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web