.
Annunci online

sharonlapaz
Autoritratto, 1937


Diario


6 marzo 2008

La potenza alienante del fon

Mi sono appena tagliata i capelli. Cortissimi. Non mi piacciono e non so come sistemarli. Proprio stasera che dobbiamo uscire per il compelanno di Janet a Tel Aviv, la città trendy, cool... Sono due settimane che prepariamo questa nottata pazza, all'insegna del cuccaggio e io mi trovo con sto capello... Smanetto il fon, provo con le forcine... Anna ci deve passare a prendere da Mevasseret, sono in ritardo... e ci si mette pure sto capello. Telefono squilla e squilla, non rispondo perché devo sistemare il capello. Squilla. Rispondo. Alessandra "Che vuoi???". "C'è stato un attentato, non le senti le ambulanze?". E' vero, ambulanze, elicotteri. Il fon mi aveva isolata dal mondo, sovrastando radio e rumori esterni. Non si sa ancora cosa sia successo esattamente. Accendo tv e computer. 6, 7, 8 morti, minimo, non si sa ancora. Anzi, come dicono sempre gli israeliani: 10 morti. Poi si scopre che 2 sono i terroristi. Sono entrati in fretta e soprattutto furia e hanno sparato ovunque. Almeno 10 feriti in condizioni tragiche. I terroristi erano 2 o forse 3, avevano anche delle cinture esplosive. Due sono stati uccisi, uno sembra sia scappato, non si sa dove. La Yeshivat Harav, la scuola di studi ebraici fondata da Rav Cook, il cuore dell'ebraismo sionista gerosolomitano, si trova vicino all'entrata della città. Vietato avvicinarsi. Come ci andiamo ora a Tel Aviv? Ma la voglia di festa sta passando. La televisione trasmette immagini da Gaza: sparano al cielo, suonano il clacsono all'impazzata e gridano urla di gioia sul sangue israeliano.
"Benediciamo l'azione di Gerusalemme e ce ne saranno altre di questo genere" dichiara il braccio armato di Hamas. I gruppi terroristici, che generalmente fanno a gara ad addossarsi la responsabilità di attentati, non rivendicano ancora niente. Strano. Ecco, dicono ora che il terrorista a quanto pare era uno solo ed è stato ucciso.
A Gaza festeggiano, anche noi dovevamo festeggiare. Ma la voglia è passata del tutto. Il capello alla fine, dopo tutti gli smaneggiamenti, stava pure messo bene. Mi sento decisamente stupida e futile. Ultimo aggiornamento: l'attentatore proveniva da Gerusalemme Est.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. gerusalemme terrorismo capelli

permalink | inviato da sharonlapaz il 6/3/2008 alle 20:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


3 febbraio 2008

Neve e delirio a Gerusalemme

L'anno scorso




Quest'anno

sfoglia     febbraio        maggio
 
 


Ridi Irene Ridi
Ridi Pagliaccio
RIDI E BASTA


blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Darfur
Dialogo (ci si prova)
Radicali Israele
Diaro del Cairo

VAI A VEDERE

Jewish Refugees
Sandmonkey
Italian Blogs for Darfur
Renato Zero
Il Calibano
Miss Welby (sua nipote)
Associazione Coscioni
Partito Radicale Transnazionale
Informazione Corretta
Israele.net
Fai Notizia
ilblogdibarbara
Esperimento
Fiamma Nirenstein
onde_road
Un giovine non-giovine (non me ne voglia!)
Gianni Vernetti
Imperfections
RosaNelPugno
Un grande minimalista
Ariela - dal kibbutz
I Dolci Inganni
Illaicista
Vulvia
Quel Genio di Chiara Lalli - Bioetica


No Peace Without Justice

Italian Blogs for Darfur

DARFUR: 400 mila morti, 2 milioni di sfollati, 200 mila rifugiati

CERCA